Il Museo Nazionale del Brasile “rivive” grazie alla realtà virtuale

1 gennaio 2019

Museo Nazionale del Brasile Google Arts and Culture tour virtuale

La notizia dell’incendio che ha devastato il Museo Nazionale del Brasile lo scorso settembre ha fatto il giro del mondo, gettando nello sconforto i tanti appassionati della più antica istituzione del Paese dedicata alla storia naturale. Nonostante le terribili conseguenze subite dal prezioso patrimonio di cui era custode, il museo torna alla ribalta per merito delle nuove tecnologie e di un progetto in collaborazione con Google, fortunatamente avviato già nel 2016.

Oggi il museo brasiliano fondato nel 1818 torna a splendere grazie alla ricostruzione digitale presentata da Museum View, l’equivalente museale di Google Street View.
Un tour virtuale online consente al pubblico di ammirare alcuni dei capolavori esposti presso la sede brasiliana prima dell’incendio e di apprenderne le vicende.

Fra le molte meraviglie del museo spiccano Luzia, il più antico scheletro rinvenuto nelle Americhe, una collezione di farfalle e falene oggi a rischio di estinzione, manufatti brasiliani in ceramica risalenti a 3mila anni fa e un gatto mummificato.
Un ottimo esempio di dialogo virtuoso tra storia, arte e tecnologia.