A Milano l’arte è “accessibile” con Affordable Art Fair

22 gennaio 2019

Statuo13 Aldo Salucci Duomo Santa Maria in fiore

Mancano solo pochi giorni all’opening di Affordable Art Fair, la fiera milanese che riunisce opere di qualità a un prezzo accessibile.
Dal 25 al 27 gennaio, Superstudio Più farà da cornice a un’edizione ricca di novità, costruita attorno al claim Lose yourself in art. Un invito a perdersi fra le pieghe della creatività più attuale, con un occhio di riguardo all’estero.

Bomnamu Art Yusun Jung_Full of Splendor_291x193_metla leaf, color stone powder on paper_2016

Fra le novità del 2019 c’è Mediterranean Collection, la sezione speciale dedicata al bacino mediterraneo e a sei gallerie che porteranno in fiera una rosa di talentuosi artisti provenienti da Spagna, Portogallo, Iran e Albania.
Lo sguardo sarà rivolto anche a Est, grazie al debutto in fiera di una galleria cinese, Pica Photo, specializzata nell’arte dello scatto, e alla Russia, con l’arrivo di Artis Gallery, collocata nel cuore di Mosca.

Spazio anche all’illustrazione, con la presenza di personalità del calibro di Chiara Pozzi, fondatrice di Illustrazioni Seriali, Malika Favre ed Emiliano Ponzi, questi ultimi ideatori di una serie di opere originali e in edizione limitata realizzate appositamente per la fiera. Infine, i riflettori si accenderanno sull’Outsider Art, con i lavori proposti dalle gallerie Gliacrobati e Maroncelli 12.

[Immagine in evidenza: Statuo13 Aldo Salucci, Duomo Santa Maria in Fiore. Immagine nell’articolo: Bomnamu Art Yusun Jung, Full of Splendor, 2016]