Musica con strumenti di ghiaccio, sulle Alpi

4 gennaio 2019

Ice-Music-Festival-Trentino

Non solo piste da sci, sul ghiacciaio Presena. La splendida conca naturale in Trentino Alto-Adige ora ospita, dal 5 gennaio fino al 30 marzo, anche un teatro di ghiaccio a 2.600 metri di quota, in grado di ospitare 200 persone, per la prima edizione dell’Ice Music Festival.
L’idea è dell’artista americano Tim Linhart, che da anni si è specializzato nella realizzazione di strumenti musicali di ghiaccio.
L’intera esperienza di Ice Music è ultrerrena” spiega Linhart. “Salire su una montagna di notte è già abbastanza avventuroso. Entrare in una sala concerto all’interno di un igloo è come entrare in una discoteca in paradiso: l’orchestra di ghiaccio e le mura scintillano e risplendono, irradiando i fluidi colori dell’arcobaleno”. E le sonorità garantite dagli strumenti di ghiaccio sono impareggiabili: “Il ghiaccio è un materiale acustico inaspettatamente diverso” prosegue l’artista, “il termine ‘cristallino’ è un’ottima descrizione del suono del ghiaccio: puro, trasparente e definito. Ciò che non ci si aspetta sono tutti i suoni profondi, armoniosi, delicati, caldi e intensi creati dal ghiaccio”.
Il festival avrà un nutritissimo calendario di concerti che spazieranno dalla musica classica al jazz, interpretati da artisti di fama internazionale, rigorosamente attraverso gli strumenti di ghiaccio dell’artista americano Tim Linhart.