Le dieci opere surrealiste più costose mai vendute in asta

23 febbraio 2019

Joan Miró, Painting (Women, Moon, Birds)

È il momento del Surrealismo. Le due case d’asta più importanti del mondo aprono tra pochi giorni due aste dedicate a questo movimento artistico primo-novecentesco: entrambe a Londra, il 26 febbraio si terrà la serata di Sotheby’s e il 27 febbraio seguirà Christie’s.

Artprice, leader mondiale tra le banche dati relative ai prezzi dell’arte e degli indici artistici, ha così colto l’occasione per stilare una classifica delle 10 opere d’arte surrealiste più costose mai vendute all’asta: ne è venuto fuori un elenco dominato da Miró.
L’artista catalano Joan Miró, oggetto di una grande retrospettiva al Grand Palais di Parigi appena terminata, è chiaramente l’artista surrealista leader nel mercato delle aste, occupando sette posizioni nella Top Ten”, ha dichiarato Thierry Ehrmann, fondatore di Artprice. “Gli altri tre posti sono attualmente occupati da René Magritte e Salvador Dalí“.

Le opere in questione sono, per quanto riguarda Joan Mirò: Peinture (Etoile Bleue) (venduta per 36.955.821 dollari), Femme et oiseaux ($ 31.461.029), Painting Poem, Painting (Women, Moon, Birds) (nell’immagine in apertura, $ 23.413.412), Peinture ($ 23.375.000), Femme dans la nuit ($ 22.590.000), Femme entendant de la musique ($ 21.687.500); poi L’empire des lumières ($ 20.562.500) e Le principe du plaisir ($ 26.830.500) di René Magritte; infine, Portrait de Paul Eluard di Salvador Dalí ($ 21.673.806).