A Milano riflettori puntati su Tintoretto

26 marzo 2019

Disputa di Gesù tra i dottori del Tempio, Jacopo Robusti detto il Tintoretto, quinto decennio del XVI secolo, Museo del Duomo di Milano

È considerato il più veneziano fra gli artisti rinascimentali, Jacopo Robusti detto Tintoretto, eppure non è solo la città lagunare a conservarne la memoria.
Lo dimostra la presenza, fra le opere custodite dal Museo del Duomo di Milano, di un capolavoro giovanile del pittore, la Disputa di Gesù fra i dottori del tempio. Giunto nel capoluogo lombardo per ragioni non chiare ‒ forse su commissione del cardinale milanese Filippo Archinto ‒ il grande olio su tela ha attraversato il mondo durante le celebrazioni del 500esimo anniversario della nascita di Tintoretto.

Esposto a Venezia, presso le Gallerie dell’Accademia, nell’ambito della mostra Il giovane Tintoretto, il dipinto ha raggiunto anche il Wallraf-Richartz-Museum e la Fondation Corboud di Colonia, nonché la Reunion des musèes nationaux Grand Palais di Parigi. Ma le notizie che lo riguardano non si esauriscono qui.

L’opera, il cui fascino è amplificato dal probabile autoritratto dell’artista fra i personaggi raffigurati, è stata sottoposta a un intervento di restauro da parte di Carlotta Beccaria, rivelando eccezionali colori e dettagli nascosti.
Gli esiti del restauro saranno oggetto della presentazione tenuta da Mons. Gianantonio Borgonovo, Arciprete del Duomo di Milano e Direttore dell’Area Cultura e Conservazione della Veneranda Fabbrica; da Laura Paola Gnaccolini, funzionario storico dell’arte Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Milano e dalla restauratrice, il prossimo mercoledì 27 marzoalle ore 18:30 presso la Chiesa di San Gottardo in Corte.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close