Parigi e Londra, le mete delle “migrazioni musicali”

11 marzo 2019

Paris-Londres Music Migrations

In un momento storico in cui molte nazioni europee, attanagliate dalla paura del diverso, sono tentate dall’idea di chiudere i propri confini ai flussi migratori, c’è una mostra che va invece in direzione completamente opposta. Stiamo parlando della rassegna Paris-Londres Music Migrations (1962-1989), in programma dal 12 marzo al 5 gennaio presso il Musée National de l’Histoire de l’Immigration di Parigi: un’immersione in senso cronologico in tre decenni cardine della storia musicale delle due capitali europee, che mostra il melting pot senza precedenti dei ritmi musicali e le evoluzioni sociali e politiche, le trasformazioni urbane e i flussi migratori che hanno definito un’epoca.

Attraverso oltre 600 documenti e opere di stampo musicale – strumenti, costumi, foto, poster di concerti, video, copertine di album, fanzine e altro – in prestito da istituzioni come il Victoria and Albert Museum, insieme a molti tesori tratti dalle collezioni personali di musicisti di spicco (come il completo teatrale indossato da Fela Kuti, il “padre dell’Afrobeat”) e varie creazioni di Jean Paul Gaultier, la mostra vuole dimostrare come generazioni di immigrati abbiano usato la musica per rivendicare l’eguaglianza di diritti, affermare la loro presenza nello spazio pubblico e contribuire alle trasformazioni urbane, economiche e culturali che hanno rimodellato – e tuttora modificano – Francia e Regno Unito.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close