A Salisburgo, l’arte riflette sulla relazione uomo e Natura

25 aprile 2019

Roberto Matta Les Oh! Tomobiles, 1972, Colored aquatint etching, Museum der Moderne Salzburg Collection © Museum der Moderne Salzburg / Bildrecht, Vienna, 2019

Ci sono anche opere di Marisa Merz, Simone Forti, Gordon Matta-Clark, Hans Hollein e Dan Graham, nel percorso espositivo della collettiva all natural. 100 % Collections, curata da Christina Penetsdorfer e in apertura al Museum der Moderne Salzburg. Attraverso questo progetto, l’istituzione culturale austriaca analizza il modo in cui gli artisti visivi hanno affrontato la complessa interdipendenza tra gli esseri umani e il loro ambiente, a partire dagli anni Sessanta.

Provenienti dalla Generali Foundation Collection, dalla collezione del museo e dall’Austrian Federal Photography Collection, le circa 130 opere selezionate offrono ai visitatori una serie di prospettive sul rapporto uomo-Natura. In un’epoca contrassegnata dalla presa di coscienza per le drammatiche condizioni in cui versa il pianeta Terra, la mostra cerca di contribuire al dibattito attingendo alle riflessioni e sollecitazioni elaborate da oltre 20 artisti.
Anche l’arte ha infatti ampiamente indagato questo complesso e ambivalente rapporto e i lavori legati a questo ambito tematico introducono prospettive critiche, senza dimenticare la reciproca capacità di distruzione. In particolare, accanto a opere che avanzano visioni a metà strada tra utopismo e distopia, si affiancano interventi che traggono ispirazione esplicitamente da forme e materiali naturali. Il percorso, infine, include lavori nei quali vengono impiegati materiali sintetici e organici, scelte le loro qualità estetiche e per la capacità di sollecitare posizioni idealizzate del rapporto uomo-Natura.

[Immagine in apertura: Roberto Matta, Les Oh! Tomobiles, 1972, Museum der Moderne Salzburg Collection © Museum der Moderne Salzburg / Bildrecht, Vienna, 2019]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close