Jazz is dead… o forse no? Appuntamento a Torino con Thurston Moore dei Sonic Youth

24 maggio 2019

Evan Parker e Setoladimaiale Unit, photo by Margherita Caprilli

Torna per la terza edizione il festival di Arci Torino dedicato alle sonorità sperimentali avant jazz, free, strumentali e post minimaliste. In programma dal 24 al 26 maggio nell’ex Cimitero di San Pietro in Vincoli – uno spazio profondamente connesso con l’idea artistica, narrativa e comunicativa del festival – l’edizione numero tre è un invito alla esplorazione di nuovi percorsi musicali, volti al domani seppur consci di poggiare su ferme basi.

Si susseguiranno, infatti, nomi di punta della scena impro-noise contemporanea, artisti d’avanguardia del virtuoso movimento strumentista e nuove stelle della etno-psichedelia improvvisata e del free jazz. Inoltre, grazie alla fusione del jazz con un determinato tipo di rock, ci sarà la possibilità di ascoltare Thurston Moore, voce, chitarra e mente dei Sonic Youth, la formazione che ha contribuito a modificare gli assetti del rock ‘n’ roll, rendendoli suscettibili alle contaminazioni e ampliandone gli orizzonti. C’è ancora rock nelle declinazioni prog e virtuose del super trio The Winstons – formato da elementi provenienti da Calibro 35, Afterhours e Pj Harvey – che presenteranno al festival il nuovissimo disco Smith.

[Immagine in apertura: Evan Parker e Setoladimaiale Unit, photo by Margherita Caprilli]