In Italia la prima Biennale di Street Art che combatte l’inquinamento

4 giugno 2019

Tony Gallo - Volare per poi incontrarsi-IDoLove Festival_2017_Dolo-Venezia

In Veneto la street art combatte l’inquinamento. Succederà tra il 6 e il 16 giugno, quando 12 artisti italiani e 4 francesi dipingeranno 20 murales tra Padova e Abano Terme in occasione di Super Walls, la prima biennale sostenibile interamente outdoor che purifica l’aria.
Per dipingere le superfici designate, tutte di grande impatto visivo, gli artisti utilizzeranno infatti la tecnologia italiana Airlite, le cui pitture, attivate dalla luce, sono note a livello internazionale per la capacità di depurare l’atmosfera dagli agenti inquinanti. Le opere d’arte così realizzate si trasformeranno in un ideale bosco diffuso che ossigena la città: a ogni metro quadro di pittura corrisponde un metro quadro di foresta. Al festival, ideato e curato dalla critica d’arte Dominique Stella e dal gallerista Carlo Silvestrin, parteciperanno alcuni degli artisti più in vista nel panorama della street art internazionale: Axe, Alessio-B, Boogie.ead, Gabriele Bonato, Joys, Made514, Orion, Peeta, Roulè, Tony Gallo, Psiko e Yama. Interverrà, inoltre, la crew de La Cremerie di Rennes, con gli artisti Gloar, Fortunes, Mya e Hayku.

[Immagine in apertura: Tony Gallo, Volare per poi incontrarsi, IDoLove Festival, 2017, Dolo-Venezia]