Studi d’artista aperti a Milano: debutta Walk-in Studio

3 giugno 2019

Walk-In Studio Milano, studio di Filippo Cristini

Sono 47 gli studi d’artista che hanno scelto di aderire alla prima edizione di Walk-in Studio, l’iniziativa in programma a Milano dal 4 all’8 giugno.
Curato dall’associazione Studi e Spazi festival – con la collaborazione delle Scuole di Fotografia e di Pratiche curatoriali dell’Accademia di Belle Arti di Brera e della Naba – Nuova Accademia di Belle Arti – il progetto chiama a raccolta gli studi attivi in città, incoraggiandoli ad aprire le proprie porte, a inaugurare mostre nelle giornate dell’evento, a proporre performance e happening.
Lo scopo dell’iniziativa è chiaro: favorire un “grande circuito di scambio e di stimoli comuni e condivisi“, consentendo agli appassionati di arte – e non solo! – di accedere in spazi insoliti e privati, talvolta non facilmente raggiungibili oppure poco noti.

È in questi luoghi che le idee e le visioni degli artisti acquisiscono, progressivamente, una forma compiuta e definita. La natura multidisciplinare dell’arte contemporanea si riflette anche sull’appuntamento, che include infatti molteplici iniziative, tra cui le visite guidate su prenotazione: a condurle saranno i curatori, che metteranno a servizio dei visitatori “la propria competenza e capacità sia critica che divulgativa“.
In questa prima edizione di Walk-in Studio sono stati direttamente coinvolti anche i giovani fotografi dell’Accademia di Belle Arti di Brera: saranno loro a realizzare gli scatti di tutte le 5 giornate dell’iniziativa, dando vita a un’ampia documentazione delle mostre e degli eventi della manifestazione.

[Immagine in apertura: lo studio a Milano dell’artista Filippo Cristini]