Velázquez, Rembrandt e Vermeer si incontrano al Prado di Madrid

23 giugno 2019

Da sinistra: Diego Velázquez, Menippus, c. 1638, Madrid, Museo Nacional del Prado. Rembrandt Van Rijn, Self Portrait as the Apostle Paul, 1661, Amsterdam, Rijksmuseum. De Bruijn-van der Leeuw Bequest, Muri, Switzerland

Siamo certi che la pittura dei diversi Paesi europei non avesse punti di contatto, già tra Cinquecento e Seicento? La mostra in corso al Museo del Prado di Madrid fino al 29 settembre intende porre in dubbio la convinzione in base alla quale le differenti “scuole” pittoriche dell’epoca non affondassero le radici in un terreno comune, accostando i capolavori dei Maestri di allora.

Velázquez, Rembrandt, Vermeer. Parallel Visions punta i riflettori sulla tradizione pittorica spagnola e olandese, riunendo 72 opere custodite non solo dal Prado e dal Rijksmuseum di Amsterdam, ma anche da altre 15 istituzioni di caratura internazionale – come la National Gallery di Londra e il Metropolitan Museum of Art di New York, solo per citarne alcune.

Anziché sottolineare le differenze storiche, stilistiche e tematiche fra le scuole pittoriche dei due Paesi, la rassegna mira a descriverne i tratti comuni. Basti pensare alla incredibile influenza esercitata sugli artisti spagnoli e olandesi dall’arte italiana e fiamminga e al desiderio condiviso di non voler esprimere, attraverso la pittura, l’essenza del proprio Paese di origine, ma di appartenere a una comunità creativa internazionale.

Ne emerge un senso di unione ritrovabile nel confronto tra i dipinti degli artisti esposti, nel solco di temi e tecniche che spaziano dalle nature morte alle pennellate decise, capaci di lasciare il segno del loro passaggio sulla tela. Un dialogo a più voci nel quale prendono la parola artisti del calibro di El Greco, Frans Hals, Ribera, Murillo, oltre ai “numi tutelari” Velázquez, Rembrandt e Vermeer.

[Immagine in apertura: Da sinistra, Diego Velázquez, Menippus,
c. 1638, Madrid, Museo Nacional del Prado. Rembrandt Van Rijn, Self Portrait as the Apostle Paul, 1661, Amsterdam, Rijksmuseum. De Bruijn-van der Leeuw Bequest, Muri, Switzerland


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close