A Sassari, inizia il Festival letterario della Sardegna

23 luglio 2019

Sulla terra leggeri festival letterario Sassari Sardegna

I libri? Possono contribuire ad accendere una luce, utile nella comprensione della società contemporanea in tutta la sua complessità. Ne sono convinti i curatori della 12esima edizione di Sulla terra leggeri, il festival letterario della Sardegna che entra nel vivo, dopo le giornate di anteprima, il 26, 27, 28 luglio prossimi, a Sassari. Non a caso, dunque, il tema che accompagna quest’anno l’appuntamento della kermesse – ideata e diretta da Flavio e Paola Soriga, con Geppi Cucciari, Nicola Muscas, Michela Calledda, Giovanni Dessole e Riccardo Uras – è Hai paura del buio? – Cronache dal tempo presente.

Dopo le precedenti “tappe di avvicinamento”, il festival riunirà per tre giorni le migliori voci della narrativa, della poesia, del giornalismo e della canzone d’autore nella cornice di piazza Duomo, a Sassari. Nell’importante città sarda, l’ultimo weekend sarà dunque accompagnato da tre serate di incontri e da occasioni di riflessioni destinate a un pubblico eterogeneo.

Ad aprire l’evento sarà Leonardo che genio!, la lettura animata dedicata al grande Maestro toscano curata dall’attrice e performer Elena Russo Arman. A seguire le pillole di letteratura con Wikipedia live: Paola Soriga racconta Giuseppe Dessì, l’autore di Villacidro premio Strega nel 1972 con Paese d’ombre, e la conversazione sulla legge Basaglia tra il direttore di Radio 3, Marino Sinibaldi, e la docente universitaria Marina Guglielmi, autrice di Raccontare il manicomio.
Sarà quindi la volta del giornalista de La Nuova Sardegna Pierlugi Rubattu, in dialogo con Mario Baudino, autore del romanzo Il violino di Mussolini, una storia grossomodo d’amore. Un’analisi delle grandi tradizioni popolari della città di Sassari, analizzate da Gavino Ruggiu ed Eugenio Cossu, chiuderà la serata.
Tra gli ospiti che si passeranno il testimone sabato 27 e domenica 28 luglio, infine, si segnalano Geppi Cucciari e Roberta Petrelluzzi – storica conduttrice della trasmissione Un giorno in pretura, che vanta oltre 30 anni di vita – e il doppio intervento del popolare scrittore Stefano Benni.