I film italiani in lizza alla Mostra del Cinema di Venezia

26 luglio 2019

Francesco Di Leva ne Il sindaco del Rione Sanità, regia di Mario Martone, photo by Mario Spada

C’è grande attesa per la 79esima edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia che, dal 28 agosto al 7 settembre, vedrà concorrere i più celebri talenti della settima arte. Tra questi spiccano anche tre registi italiani, in concorso per aggiudicarsi l’ambito Leone d’oro.

Stiamo parlando di Pietro Marcello, Franco Maresco e Mario Martone, cui si deve la regia di tre pellicole che stanno già scatenando la curiosità del pubblico. Mario Martone porta sul grande schermo Il sindaco del Rione Sanità di Eduardo De Filippo, assegnando però all’opera filmica una potente identità e autonomia rispetto al lavoro teatrale. Luca Marinelli è invece il protagonista di Martin Eden, diretto da Pietro Marcello e ispirato all’omonimo romanzo di Jack London.
È ambientato sullo sfondo di Palermo, invece, La mafia non è più quella di una volta, di Franco Maresco, una pellicola capace di strappare una risata, che vede la partecipazione della fotografa Letizia Battaglia e di Ciccio Mira.

Non mancano le presenze italiane anche fuori concorso, basti pensare a Tutto il mio folle amore di Gabriele Salvatores, con Claudio Santamaria e Valeria Golino, e a Vivere di Francesca Archibugi con Micaela Ramazzotti.
Le aspettative sono alte anche per le serie targate Sky, Zerozerozero di Stefano Sollima, tratto dal libro di Roberto Saviano, e The New Pope di Paolo Sorrentino. Quest’anno la giuria sarà presieduta dalla regista argentina Lucrecia Martel, mentre i Leoni d’oro alla carriera saranno assegnati al regista Pedro Almodóvar e all’attrice britannica Julie Andrews.

[Immagine in apertura: Francesco Di Leva ne Il sindaco del Rione Sanità, regia di Mario Martone, photo by Mario Spada]