Una storia di famiglia tra le sale di Palazzo Fortuny, a Venezia

28 luglio 2019

Mariano Fortuny y Madrazo Busto del padre Mariano Fortuny y Marsal (bronzo, non datato) Filippo II in armatura, copia da Tiziano (tempera su legno, 1891) Fondazione Musei Civici di Venezia-Museo Fortuny

Il passato riecheggia nei labirintici ambienti di Palazzo Fortuny, che rende omaggio alla famiglia da cui trae il nome con una mostra suggestiva. Fino al 24 novembre, I Fortuny. Una storia di famiglia accende i riflettori sulle vicende di una stirpe illustre, che trovò nella città lagunare uno straordinario contesto dove mettere radici.

A essere raccontata è l’esistenza di padre e figlio – Mariano Fortuny Y Marsal e Mariano Fortuny y Madrazo – lungo una linea del tempo che dall’Ottocento si dipana fino al secolo scorso. Furono la pittura e l’amore per il collezionismo ad accomunare i due Mariano, definendo i contorni entro i quali avrebbe preso forma la storia creativa di una famiglia ricordata ancora oggi, a 70 anni di distanza dalla morte di Mariano figlio.

La mostra veneziana riunisce un denso corpus di opere e manufatti collezionati dai Fortuny nell’arco dei decenni, sottolineando l’eterogeneità di una raccolta parzialmente conservata a Venezia, prima a Palazzo Martinengo e poi a Palazzo Pesaro Orfei, attuale sede del Museo Fortuny.

La maggior parte delle opere, infatti, fu donata a svariati musei internazionali per volere di Mariano Fortuny y Madrazo e della moglie Henriette.
L’obiettivo della rassegna lagunare è ricostruire la preziosa collezione, facendo giungere dalle diverse istituzioni sparse nel mondo capolavori inestimabili come il Vaso del Salar, custodito dal Museo dell’Ermitage e decorato, alla base, dallo stesso Fortuny Marsal, anche autore del celebre dipinto I figli del pittore nel salone giapponese.
Non mancano, in mostra, alcuni modelli dei famosi abiti Delphos, che fecero conoscere Mariano Fortuny y Madrazo a tutte le latitudini.

[Immagine in apertura: Mariano Fortuny y Madrazo, Busto del padre Mariano Fortuny y Marsal (bronzo, non datato) e Filippo II in armatura, copia da Tiziano (tempera su legno, 1891). Fondazione Musei Civici di Venezia-Museo Fortuny]