A Ragusa, la fotografia è una questione di famiglia

23 luglio 2019

Ferdinando Scianna, About Family, From his archive

Edizione numero 7 per il Ragusa Foto Festival, in arrivo nella cornice barocca di Ragusa Ibla dal 26 luglio al 25 agosto. Stavolta i riflettori sono puntati sulle relazioni familiari, raccontate attraverso l’obiettivo da generazioni di fotografi, che ne hanno saputo restituire le diverse sfumature nel corso delle epoche e dei cambiamenti sociali intercorsi.

Questa molteplicità di significati si ritrova nelle opere degli autori protagonisti del festival, dove confluiscono storie, volti e personaggi, immortalati secondo stili e visioni differenti. Il Comitato scientifico del festival è composto quest’anno da Mario Cresci, Aldo Bonomi, Alfredo Corrao, Rosario Antoci, Stefania Paxhia e Steve Bisson.

Cuore pulsante della kermesse sono le mostre allestite in storiche sedi di Ragusa: Palazzo Cosentini, Palazzo La Rocca, Botteghe di via del Mercato e Auditorium ex Chiesa San Vincenzo Ferreri. Tra le personali spiccano Visioni di famiglia di Ferdinando Scianna, The Middle of Somewhere di Sam Harris, Hidden Identities di Yvonne De Rosa e The Hereditary State di Daniel W. Coburn, mentre tra le esposizioni collettive meritano una menzione Lessico Familiare, che riunisce gli scatti di 18 autori impegnati in una ricognizione sulle plurime definizioni di famiglia, e Spaesamento digitale, un focus sull’uso massivo delle immagini nell’epoca contemporanea.

Tra gli eventi collaterali, oltre alle letture portfolio, è prevista la proiezione del docufilm La pelle della bellezza – Viaggio attraverso la fotografia dell’essere di Piero Sabatino, in calendario sabato 28 luglio presso l’Auditorium ex Chiesa San Vincenzo Ferreri; nel corso della stessa giornata e sede, si terrà inoltre il forum intitolato Sguardi sulla famiglia che cambia insieme, fra gli altri, a Ferdinando Scianna e Donata Pizzi.

[Immagine in apertura: photo by Ferdinando Scianna]