Ad Arcidosso torna il Festival del Racconto di strada

18 agosto 2019


Il Festival del racconto di strada Narrastorie torna a “invadere” il borgo medievale di Arcidosso, alle pendici del Monte Amiata, con la sua combinazione di concerti, pièce teatrali, incontri e letture sui grandi temi dell’umanità. Nato da un’idea del cantautore Simone Cristicchi e giunto alla sua quarta edizione, è in programma dal 19 al 25 agosto 2019 nella località in provincia di Grosseto.

Tra le novità più rilevanti proposte quest’anno, ci sono gli appuntamenti che indirizzano l’attenzione verso i temi dello spirito, del senso del sacro e della filosofia. Per un’intera settimana, la rassegna toscana condurrà, negli splendidi scenari del borgo medievale alle pendici del Monte Amiata, numerosi personaggi del mondo dello spettacolo: dallo stesso Cristicchi a Mogol; da Arisa a Moni Ovadia; da Valentina Lodovini ad Andrea Rivera. Accanto a loro ci saranno importanti personalità della filosofia e della spiritualità, come il sacerdote Don Luigi Verdi, il monaco zen Pino Doden, il filosofo Marco Guzzi, il teologo e sacerdote Guidalberto Bormolini, la scrittrice Claudia Cinquemani e l’attore Lugi D’Elia. Il tutto con l’obiettivo di stimolare riflessioni profonde sull’umanità e sui suoi grandi temi: vita, morte, felicità, dolore e bellezza.

Ancora una volta, infine, il Parco del Pero farà da cornice ai laboratori creativi e alle attività previste per i più piccoli. Tra queste, la favola teatrale Chissàchilosà e il Mago Ruba Fiabe, una “colorata girandola di emozioni” tra magie, pupazzi, filastrocche e canzoni scritta da Massimiliano Maiucchi e Vittorio Marino.

[Immagine in apertura: Photo Marco Nicolai]