Un disco omaggia la Cité Radieuse di Le Corbusier

19 agosto 2019


Un album ispirato alla prima Unité d’Habitation, realizzata a Marsiglia da Le Corbusier? Sta per diventare realtà, grazie a una campagna di crowdfounding attiva su produzionidalbasso. Si tratta del primo progetto musicale di Stefano Meneghetti, che ha collaborato come grafico e video maker con musicisti tra cui Gary Numan, Franco Battiato, Byetone, Lorenzo Palmeri e molti altri, ed è animato da una profonda passione verso Charles-Edouard Jeanneret-Gris, per tutti Le Corbusier.

Il disco prende il titolo di Cité Radieuse ed è un viaggio visuale attraverso sonorità elettroniche, contaminazioni e suggestioni profondamente legate all’omonima opera dell’architetto svizzero naturalizzato francese. “La musica è stata la mia migliore amica durante tutto il periodo dell’adolescenza, mi ha aiutato a esplorare mondi paralleli e ha nutrito la mia immaginazione… La Cité Radieuse è il risultato di questa avventura”, ha dichiarato Meneghetti, che ha coinvolto i suoi amici musicisti – Giuseppe Azzarelli, Alessandro Rorato, Massimiliano Donninelli, Yannick da Re, Cristian Inzerillo – nella realizzazione dell’album.

L’opera include i brani I am a visual man, Nathalie, Trondheim, Neo, Omer Tugrul, Olga, Espace indicible e la digital bonus song Le temps de l’amour.

[Immagine in apertura: Unité d’Habitation, Marsiglia Photo © Anna Dziedzic]