La vita di Lina Bo Bardi in un fumetto

15 agosto 2019


Celebrata come una delle figure più rivoluzionarie dell’architettura del Novecento, Lina Bo Bardi continua a essere al centro di mostre e convegni in tutto il mondo. Dal MAXXI di Roma, che l’ha omaggiata nel centenario della nascita, fino al Museo Jumex di Città del Messico e al MCA Chicago  che il prossimo anno accoglieranno la retrospettiva Lina Bo Bardi: Habitat, dopo il recente esordio al MASP – Museu de Arte de São Paulo Assis Chateaubriand ‒, si moltiplicano gli appuntamenti volti a raccontare il suo significativo ruolo nell’architettura e nel design.

Un interesse che cresce in maniera esponenziale, confermato anche dal nuovo libro edito da Topipittori. Si tratta di Lina, un volume illustrato per far conoscere ai più piccoli la storia e le opere di Lina Bo Bardi, ma soprattutto la sua forte visione democratica del design.

Disegnato dall’illustratrice spagnola Angela Leon, il volume affronta le vicende più importanti della movimentata biografia della progettista: dagli studi in architettura, a Roma, all’approdo nello studio di Gio Ponti, a Milano; dalla militanza nel Partito Comunista fino alla fuga in Brasile, sua terra adottiva. Un viaggio colorato nella vita di una protagonista del Novecento, disponibile nelle librerie italiane a partire da ottobre.

[Immagine in apertura: un dettaglio della copertina del libro “Lina. Avventure di una architetta”, fonte Topipittori]