Debutta in Sardegna l’arte concettuale di Lawrence Weiner

17 agosto 2019


Considerato uno dei massimi autori dell’arte concettuale, Lawrence Weiner è attualmente in mostra al Museo Nivola di Orani, in provincia di Nuoro, con un progetto curato da Giuliana Altea – presidente della Fondazione Costantino Nivola – e Antonella Camarda – direttrice del museo sardo.

L’esposizione, la prima dell’artista americano nell’isola, si sostanzia in una serie di frasi collocate all’interno e all’esterno del padiglione espositivo del Museo, originariamente adibito a lavatoio. A essere indagato, attraverso l’uso delle parole, è il movimento delle maree. Il titolo della mostra – aperta fino al 22 settembre – è Attached by Ebb & Flow, un’espressione poetica che, stampata a grandi caratteri sulle pareti del museo, viene ripetuta in inglese, in italiano e in sardo. Giochi linguistici, quindi, che nascondono però un significato universale.

Il tema del movimento dell’acqua diviene metafora della precarietà della condizione umana e delle ragioni che ci allontanano da una terra per approdare a porti sicuri. Non solo: “Contro l’ossessione per la site-specificity che attraversa molte pratiche di arte contemporanea“, come ha osservato Camarda, “il lavoro di Weiner tende ad essere universale nel suo appello alla ragione e ai sentimenti umani“. Un “dialogo”, dunque, fatto di più lingue e rivolto a più interlocutori, che assegna allo spettatore un ruolo centrale.

[Immagine in apertura: Mostra temporanea Lawrence Weiner. Attached By Ebb & Flow, Museo Nivola – Orani (NU). Photo credit Cédric Dasesson]