Torino si accende con la musica di TOdays Festival

21 agosto 2019


È arrivato il momento di TOdays, il festival di fine estate di Torino che unisce nomi storici e nuove leve della musica internazionale, con date uniche italiane, anteprime e produzioni esclusive europee. In programma dal 23 al 25 agosto, come di consueto, la rassegna si articolerà su due palchi principali, affiancati da altre sedi: il grande prato verde dello storico club torinese sPAZIO211, dedicato alla produzione musicale indipendente, e, a pochi passi, il secondo importante stage collocato all’interno della piazza semicoperta dell’ex fabbrica di cavi elettrici INCET.

L’apertura del festival, dopo l’annullamento dell’intero tour estivo europeo dei Beirut per motivi di salute della band, è stata affidata a Ride, tra i più grandi gruppi dello shoegaze, simbolo mondiale del suono più alternativo. Si esibiranno nella giornata del 23 agosto, insieme a Spiritualized, Deerhunter e Bob Mould (Husker Du). Il 24 agosto, il palco di sPAZIO211 accoglierà l’unica esibizione italiana del ventottenne irlandese Hozier, la cui proposta musicale è caratterizzata dal mix di indie gospel, con venature soul, blues, folk e sprazzi di rock. Tra le mura dell’ex Incet, sarà di scena The Art of What?!, nuovo progetto live a/v dei due producer e pionieri dell’arte del campionamento JJ Jeczalik e Gary Langan, celebri co-fondatori degli Art Of Noise. Sarà la prima volta che presenteranno in Italia questa performance.

A chiudere il festival sarà l’unico show italiano di Jarvis Cocker, magnetico leader dei Pulp, una delle band britanniche più influenti degli anni Novanta. Sarà dunque la volta di Johnny Marr, il co- fondatore degli Smiths e uno dei chitarristi più celebri e atipici della storia della musica, che ha suonato e registrato, tra gli altri, con Pet Shop Boys, John Frusciante, Talking Heads e Beck.

[Immagine in apertura: Photo credits TOdays Festival]