Emilio Vedova, vita e arte in un film

5 settembre 2019


Ricorre quest’anno il centenario della nascita di Emilio Vedova. Considerato tra i principali protagonisti dell’Arte informale, il pittore veneziano viene celebrato per l’occasione attraverso un nuovo documentario, dal titolo Emilio Vedova. Dalla parte del naufragio.

Voluto dalla Fondazione Emilio e Annabianca Vedova, e realizzato da Twin Studio per la regia di Tomaso Pessina, il film riassume l’opera e la vita del grande pittore, offrendo un ritratto di circa sessanta minuti che illustra tanto le vicende personali quanto gli sviluppi artistici della sua ricerca, dalle esperienze giovanili fino alle grandi tele negli anni Ottanta.

Voce narrante di questo cammino per immagini è l’attore Toni Servillo, chiamato a impreziosire il documentario attraverso la lettura degli estratti di diario, scritti dall’artista nel corso degli anni. Filo conduttore tra le varie sezioni del film, la narrazione di Servillo si alterna a foto d’epoca, video d’archivio e preziose interviste – come quelle realizzate a Germano Celant, Karole Vail, direttrice della Peggy Guggenheim Collection, e George Baselitz, il pittore amico di Vedova e curatore, peraltro, della mostra Emilio Vedova di/by Georg Baselitz, in corso presso gli spazi lagunari del Magazzino del Sale, l’area della Fondazione restaurata da Renzo Piano.

Presentato in prima assoluta durante le Giornate degli Autori, nell’ambito della 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, il film sarà trasmesso in autunno su Sky Arte. Un’occasione imperdibile per vivere, attraverso lo schermo, la personalità poetica e passionale di uno dei grandi protagonisti del nostro Novecento.