Arte e intelligenza artificiale. Ecco come parlerebbe la Monna Lisa

23 settembre 2019


Una chiacchierata con la Monna Lisa? Presto potrebbe non essere più fantascienza. A regalarci la speranza di poter interagire ‒ quanto meno virtualmente ‒ con la musa di Leonardo da Vinci sono i ricercatori del Samsung Ai Center di Mosca, in collaborazione con il Skolkovo Institute of Science and Technology. 

Il loro studio delle reti neurali, di cui è recentemente approdato sul web un piccolo esempio pratico, sta portando passo dopo passo alla possibilità di animare digitalmente anche una singola immagine statica. O un dipinto, appunto, trasformandolo in una sorta di avatar in grado di parlare, esprimere emozioni, e chissà, in futuro, magari anche di muoversi come un vero e proprio ologramma.

Le potenzialità dell’intelligenza artificiale, insomma, sembrano potersi allargare fino ai confini del mondo dell’arte. I ricercatori impegnati in questa impresa tecnologica, nel frattempo, stanno letteralmente alimentando le loro reti neurali con la più ampia varietà possibile di immagini ed espressioni del volto umano. L’obiettivo è distillare la complessità dei movimenti del nostro viso, per poterli applicare in modo realistico anche a un quadro o a una semplice fotografia.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close