Addio a Peter Lindbergh, il fotografo delle donne

4 settembre 2019


Sta facendo il giro del mondo la notizia della morte di Peter Lindbergh, fotografo conosciuto a tutte le latitudini grazie a uno stile inconfondibile, caratterizzato dal sapiente utilizzo del bianco e nero e da composizioni nette, impeccabili.

Abilissimo nel ritrarre la bellezza femminile oltre qualsiasi stereotipo, Lindbergh ha firmato alcune delle campagne di moda più celebri di sempre, collaborando con prestigiose riviste del settore e portando davanti al suo obiettivo attrici e modelle leggendarie, come Isabella Rossellini, Kate Moss, Naomi Campbell e Linda Evangelista.

Allergico alle convenzioni, il fotografo si fece promotore di un linguaggio votato all’autenticità, rifiutando l’artificio e canoni estetici precostituiti in favore di immagini nitide e di volti non alterati da make up e sovrastrutture di alcun genere. Nato in Polonia nel 1944, Lindbergh andò ben presto alla conquista del successo, raggiungendo prima Berlino e poi Parigi e New York, avviando una carriera destinata a fare epoca.