Gli architetti Migliore+Servetto protagonisti in Corea del Sud

1 settembre 2019


Ico Migliore e Mara Servetto fanno il bis. Dopo la mostra appena conclusa presso la galleria Onground di Seoul, il duo di architetti milanese prosegue la sua avventura in Corea del Sud con un secondo appuntamento espositivo, questa volta a Busan, sulla costa orientale del Paese. Si tratta di Lightmorphing, una rassegna che prende titolo e format dal progetto precedente, ampliandolo attraverso un’installazione site specific appositamente pensata per il nuovo spazio.

Organizzata con il Patrocinio dell’Ambasciata Italiana in Corea del Sud e il supporto dell’Istituto Italiano di Cultura di Seoul, la mostra sarà allestita negli spazi dell’Art SoHyang Gallery di Busan, all’interno della Dongseo University, e comprenderà disegni, installazioni e proiezioni video.

Il percorso espositivo, diviso in tre scenari, racconterà l’approccio progettuale dello studio Migliore+Servetto Architects, concentrandosi in particolare sul rapporto tra luce, spazio e vuoto. A completare la mostra, anche una installazione ad hoc, realizzata grazie al coinvolgimento degli studenti della Dongseo University.

L’esposizione, che avrà luogo dal 3 al 28 settembre, si presenta come un’occasione in più per lo studio milanese di presentarsi nel contesto coreano. Sempre a Busan, infatti, Migliore+Servetto Architects hanno appena avviato i lavori per la costruzione del Blue Line Park, un progetto di riqualificazione dell’area ferroviaria della città, attraverso la realizzazione di un parco tematico e acustico che si affaccerà sul Mare del Giappone.