I colori della grafica giapponese incantano Amsterdam

6 settembre 2019


Sta per arrivare in Olanda una mostra sulla singolare e coloratissima grafica giapponese. Si tratta di Colorful Japan, in programma dal 7 settembre al 2 febbraio 2020 allo Stedelijk Museum di Amsterdam che, in omaggio al graphic designer giapponese Shigeru Watano, scomparso nel 2012, presenta 226 manifesti del Sol Levante risalenti a varie epoche, allestiti nella Gallery of Honor del museo olandese.

Watano, che viveva nei Paesi Bassi, era un collegamento vitale tra i numerosi designer giapponesi residenti nel loro Paese d’origine e lo Stedelijk. Per molti anni, infatti, fece loro da tramite, permettendo al museo di esporre e acquisire numerose opere provenienti dal Giappone. Il tutto grazie anche a importanti donazioni. Nel 2018, per esempio, la DNP Foundation for Cultural Promotion ha regalato alla sede museale un corpus di 92 poster, grazie ai quali la collezione Stedelijk può contare ora su 800, straordinari, pezzi.

I poster esposti testimoniano la grande varietà di un genere artistico relativamente recente in Giappone: alcuni sfoggiano toni vivaci, altri più silenziosi e minimalisti. “Concentrandosi su 226 manifesti giapponesi della nostra collezione, “Colorful Japan” esplode letteralmente attraverso il colore”, racconta la curatrice Carolien Glazenburg. “Con i poster allestiti dal pavimento al soffitto, la Gallery of Honor immerge i visitatori in un mondo caleidoscopico“.

La mostra raccoglie non soltanto i lavori più rappresentativi di Shigeru Watano, ma anche varie opere di designer e grafici tra cui Hiroshi Ohchi, Kazumasa Nagai, Ikko Tanaka, Yusaku Kamekura, Mitsuo Katsui, Shigeo Fukuda, U.G. Sato, Ken Miki e Eiko Ishioka, raccontandone l’evoluzione grafica a partire dal 1937.

[Immagine in apertura: Tadanori Yokoo, Amazo, 1989. Collection Stedelijk Museum Amsterdam, dettaglio]