Dai club alla Biennale, la musica elettronica si racconta a Mestre

26 settembre 2019


Un tuffo nella musica elettronica. È questo l’obiettivo di Electro. Elettronica: visioni e musica (nell’immagine in apertura, crediti La Biennale di Venezia, photo A. Avezzù), il nuovo progetto espositivo che fino al prossimo 10 novembre occuperà gli spazi del Centro civico della Bissuola, a Mestre.

Organizzato dalla Biennale di Venezia in collaborazione con la Philarmonie de Paris, l’evento accende i riflettori sulla storia della musica elettronica, a partire dai suoi albori fino all’esplosione digitale. Curata da Jean-Yves Leloup, la rassegna propone installazioni sonore, strumenti iconici, video e proiezioni fotografiche, accompagnando il pubblico in un viaggio tra suoni, immagini e nuove tecnologie.

Moltissime le opere in mostra, allestite in uno spazio di oltre 600 metri quadrati: dalle sculture dinamiche di Pier Schneider e François Wunschel agli scatti dei migliori club parigini firmati da Jacob Khrist; dai sintetizzatori di Jean-Michel Jarre ai robot sonori creati da Moritz Simon Geist. Ad arricchire l’itinerario un ricco calendario di incontri, workshop e dj set, che si alterneranno durante tutta la durata della manifestazione. Un appuntamento imperdibile, per raccontare l’immaginario, i luoghi e i miti della club culture.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close