Arte urbana a Tolosa, fra la strada e il museo

5 settembre 2019


La città di Tolosa è considerata la capitale della street art del sud francese. Un primato ottenuto anche grazie a un evento che, dal 2016, colora le sue strade all’insegna della migliore arte urbana internazionale. Stiamo parlando di Rose Béton, la kermesse artistica capitanata dallo street artist Tilt e da Nicolas Couturieux, rispettivamente direttore artistico e co-curatore dell’evento.

Rose Béton ha lentamente trasformato, nel corso degli ultimi mesi, il tessuto urbano della città con murales, graffiti e installazioni all’aperto. Ogni artista è stato invitato a intervenire nello spazio pubblico con appuntamenti mensili, dando vita a un programma dinamico, che ha coinvolto diverse aree della città. Tra i protagonisti di quest’ultima edizione: Hense, Miss Kat, la francese Tania Mouraud, Rero e l’americano Mark Jenkins – autore di una delle opere fino a ora più discusse e fotografate del festival: una scultura iperrealista di una ragazza che si dondola su un’altalena appesa ai sostegni di un ponte (nell’immagine in apertura, photo credit Benjamin Roudet).

Sarà possibile conoscere gli artisti di questa edizione anche “al chiuso”, grazie alla mostra in arrivo il 27 settembre negli spazi del museo Les Abattoirs di Tolosa. Dans les murs, questo il nome del progetto, sarà una versione “light” della manifestazione, ospitando dipinti, disegni e sculture dei sette street artist partecipanti fino al 5 gennaio prossimo.