La nuova installazione luminosa di Miguel Chevalier

13 ottobre 2019


In quanto a interventi che lasciano a bocca aperta Miguel Chevalier non è certo nuovo. La scorsa estate vi avevamo parlato di Digital Supernova, la sorprendente installazione in realtà virtuale sul soffitto della Cattedrale di Rodez, in Francia. Dopo aver fatto sognare appassionati d’arte e visitatori all’interno di quel luogo sacro, ecco ora l’artista alle prese con un’ambientazione per certi versi opposta: il centro commerciale Beaugrenelle di Parigi.

È questo il luogo scelto da Chevalier per ospitare la sua ultima installazione, Orbites: una scultura alta quattordici metri, lasciata sospesa al centro dell’edificio. Composta da nove anelli in alluminio rivestiti da luci led, l’opera è stata appositamente concepita per lo spazio e installata in modo da entrare in dialogo con il soffitto della struttura. Le luci al suo interno, inoltre, si alternano in maniera costante e dinamica grazie a uno speciale software, colorando e trasformando continuamente il volume dell’installazione (nell’immagine in apertura, photo credit Nicolas Gaudelet)

Ideata da Chevalier come metafora dei dati generati e trasmessi ogni giorno sul web, Orbites, a cura di Jérôme Neutres, sarà allestita fino al prossimo 7 novembre. E chissà che l’iniziativa non faccia scuola.