Dalí e Magritte faccia a faccia, in Belgio

27 ottobre 2019


Due mostri sacri della storia dell’arte in un vis-à-vis epico e tutto da vivere. Succede ai Musei Reali delle belle arti del Belgio, a Bruxelles, dove, fino al 9 febbraio 2020, andrà in scena Dalí & Magritte ‒ Deux icônes du surréalisme en dialogue, la mostra che accende i riflettori sul rapporto umano e intellettuale tra questi due numi dell’arte del Novecento.

La rassegna prende le mosse dall’incontro che vide coinvolti i due artisti nell’estate del 1929. Conosciutisi a Parigi nella bolgia del fermento surrealista, Salvador Dalí e René Magritte dimostrarono presto una profonda affinità. Decisi entrambi a sfidare la realtà sovvertendo le regole della percezione umana sul mondo, i due pittori continuarono la loro amicizia anche al di fuori della cerchia delle avanguardie parigine. Storico è, ad esempio, il viaggio di Magritte a Cadaqués, la città di Dalí, dove per qualche giorno i due ebbero modo di discutere sui grandi temi dell’arte, dipingendo e influenzandosi reciprocamente.

UN ALLESTIMENTO “SURREALISTA”

Curata da Michel Draguet, la mostra indaga per la prima volta il legame e le suggestioni reciproche tra queste due grandi figure del Surrealismo, attraverso un iter espositivo inedito e per la prima volta offerto al pubblico in maniera così approfondita. Organizzata in collaborazione con la Fondation Magritte e la Fundació Gala-Salvador Dalí, l’esposizione raccoglie un centinaio di capolavori, arrivati a Bruxelles da oltre quaranta musei internazionali e collezioni private tra le più prestigiose del globo. Tra questi, l’Annunciazione di Magritte, in prestito dalla Tate Gallery di Londra, e La nascita dei desideri liquidi, dipinta da Dalí nel 1932, e oggi parte della Collezione Peggy Guggenheim di Venezia.

Un percorso tra sculture, disegni, filmati e fotografie, avvalorato inoltre da uno speciale allestimento concepito da Lluis Sabadell Artiga, per rendere la fruizione il più possibile interattiva e giocosa, trasportando il pubblico all’interno di scenografie favolose che rievocano la magia delle opere di entrambi gli autori.

[Immagine in apertura: Salvador Dalí, The Weaning of Furniture-Nutrition, 1934. Collection of The Dalí Museum, St. Petersburg FL © Salvador Dalí, Fundació Gala-Salvador Dalí, (corresponding Rights Society), 2019]