Le “cronache” di New York, nel nuovo progetto artistico di JR

10 ottobre 2019


I poveri e i ricchi, i bianchi e i neri, gli ultimi e i primi. Non fa distinzione JR, l’artista francese che, grazie alla particolare combinazione tra street art e fotografia, racconta i mille volti delle comunità in cui è chiamato a lavorare. Nato a Parigi nel 1983, vincitore del Ted Prize nel 2011 e nominato agli Oscar con il documentario Visages, Villages (girato insieme ad Agnès Varda), l’artista è oggi protagonista di un nuovo progetto espositivo, da poco inaugurato negli spazi del Brooklyn Museum di New York e visitabile fino al 3 maggio.

Si intitola JR: Chronicles e si presenta come la più grande mostra monografica museale mai dedicata al suo lavoro. Curata da Sharon Matt Atkins, Drew Sawyer, Phillip Leonian ed Edith Rosenbaum Leonian, la rassegna riunisce ‒ su una superficie di quasi 2000 metri quadrati ‒ alcuni tra i lavori più iconici realizzati negli oltre quindici anni di carriera del giovane autore, abbracciando l’intera parabola della sua ricerca.

Tra le opere in mostra, Portrait of a Generation –  la serie di ritratti scattati nelle banlieue francesi – e Face 2 Face – il progetto artistico partecipativo messo a punto, nel 2007, nei luoghi di tensione tra Israele e Palestina. In ognuna di queste opere la città diventa una galleria all’aperto, ospitando sulle facciate dei palazzi i volti dei suoi protagonisti, ovvero gli abitanti, riproposti attraverso fotografie giganti. Una mappatura umana che porta gli individui al centro della scena, in luoghi normalmente destinati a manifesti e cartelloni pubblicitari.

Leitmotiv di tutta la carriera di JR, il dialogo con la comunità è il tema chiave anche della sua ultima opera, la più importante della mostra newyorchese. Si tratta di The Chronicles of New York City, un enorme collage multimediale inedito realizzato fotografando, filmando e intervistando oltre mille persone nei vari quartieri della Grande Mela, colte in frammenti di vita quotidiana e “addensate” all’interno di un grande mosaico. L’obiettivo – così come già in passato per gli altri episodi della serie Chronicles – è celebrare la comunità locale e la sua eterogeneità.

[Immagine in apertura: JR, The Chronicles of New York City, 2018-19 (dettaglio). © JR-ART.NET]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close