Il Louvre si prepara alla grande mostra su Leonardo

22 ottobre 2019


Concluso positivamente il tira e molla con l’Italia per il prestito dell’Uomo Vitruviano, il conto alla rovescia può finalmente cominciare: il 24 ottobre avrà infatti inizio la mostra più imponente mai realizzata sul pittore toscano, a cinquecento anni dalla sua scomparsa. A ospitarla il Louvre, “casa” adottiva del genio italiano con la più grande collezione di dipinti dell’artista.

L’evento, che si preannuncia grandioso per valore storico e sforzo logistico, raccoglierà nel complesso centosessanta lavori tra disegni, tele, manoscritti e sculture. A scandire il percorso espositivo, ben sette sezioni ‒ curate da Vincent Delieuvin e Louis Frank ‒, ognuna delle quali mirata agli episodi salienti della biografia dell’artista: dall’apprendistato di Leonardo nella bottega fiorentina del Verrocchio al soggiorno a Milano; dal rientro a Firenze alla corte del Borgia fino alla partenza per la Francia, dove il sommo pittore morì nel 1519.

A rendere l’itinerario espositivo più che mai inedito saranno opere già custodite nelle sale del museo parigino – tra le altre, la Vergine delle Rocce e il San Giovanni Battista –, ma anche prestiti provenienti dalle collezioni più esclusive del mondo: da San Girolamo, arrivato dai Musei Vaticani, al Ritratto di Musico, della Pinacoteca Ambrosiana di Milano. E poi ancora Ritratto di Dama, La Scapigliata, e Sant’Anna, la Vergine e il Bambino con l’agnellino – per un totale di undici sui venti dipinti attribuiti al maestro fiorentino.

Un capitolo a parte della mostra sarà inoltre dedicato alla Gioconda, che per ragioni logistiche non potrà lasciare la sua sala abituale ma che, in compenso, sarà omaggiata con uno speciale progetto in realtà virtuale. Si tratta di Mona Lisa: Beyond the Glass, un’esperienza immersiva che, grazie alla tecnologia dei dispositivi HTC VICE, permetterà ai visitatori di studiare come mai prima d’ora il dipinto più celebre di Leonardo.

Nonostante manchi all’appello delle opere in mostra il Salvator Mundi ‒ l’opera acquistata per 450 milioni di dollari da un ignoto emiro e misteriosamente scomparsa lo scorso aprile ‒, l’evento (in calendario fino al 24 febbraio 2020) sembra già aver suscitato un incredibile riscontro di pubblico, con oltre 180mila biglietti venduti online nelle scorse settimane e un tutto esaurito già registrato per i primi giorni di apertura. Un appuntamento, insomma, che si preannuncia memorabile, e che concluderà nel migliore dei modi questo anno di iniziative e celebrazioni in omaggio al grande artista italiano.

[Immagine in apertura: Leonardo da Vinci, Tête de jeune femme dite La Scapigliata, vers 1501-1510. Parma, Galleria Nazionale, INV. 362, acquisition 1839 © Licensed by the Ministero per i beni e le attività culturali ‒ Complesso Monumentale della Pilotta-Galleria Nazionale di Parma]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close