Ad Atene un nuovo museo per l’arte moderna e contemporanea

5 ottobre 2019


La collezione d’arte della Fondazione Basil & Elise Goulandris è considerata una delle raccolte private più prestigiose della seconda metà del Ventesimo secolo. Messa in piedi in un arco di tempo di quasi cinquant’anni grazie alla passione dei due coniugi greci, essa trova oggi dimora all’interno di un nuovo museo da poco aperto ad Atene (nell’immagine in apertura, courtesy Fondazione Basil & Elise Goulandris).

Inaugurato lo scorso 2 ottobre, l’edificio ospiterà le oltre 180 opere, prevalentemente moderne e contemporanee, presenti nella collezione. Tra i protagonisti della vasta raccolta: Gauguin e van Gogh, Monet e Degas, Rodin e Toulouse-Lautrec, Picasso e Miró, Giacometti, Bacon e certamente Cézanne, il primo degli artisti acquistati da Basil ed Elise Goulandris.

Allestiti al primo, secondo e terzo piano del museo, i pezzi più noti della collezione saranno esposti in maniera permanente con un display suggestivo, frutto di rimandi e corrispondenze tra gli autori. Le altre gallerie accoglieranno invece a rotazione mobili d’epoca, sculture e porcellane cinesi, anch’essi parte della raccolta. Il piano sotterraneo, poi, sarà il luogo adibito alle future mostre temporanee.

Ad animare gli oltre 7mila metri quadrati della struttura anche due piani interamente dedicati alle opere di artisti greci moderni e contemporanei, e una serie di spazi educativi e ricreativi. Tra questi, una biblioteca di seimila volumi e un auditorium da centonovanta posti.