Vent’anni di videoarte a Torino, con Gino De Dominicis

13 ottobre 2019


La VideotecaGAM compie venti anni, e decide di festeggiare in grande stile. È infatti in arrivo alla Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino una ghiottissima serie di mostre personali, dedicate agli autori italiani che maggiormente si sono distinti nel campo della videoarte tra gli anni Sessanta e Settanta. Una sequenza di appuntamenti imperdibili che prenderà il via il 16 ottobre con Gino De Dominicis, primo episodio della rassegna.

Curato da Elena Volpato, il progetto mette in dialogo due opere dell’autore marchigiano, diverse per forma e natura eppure accomunate dal tema della dimensione temporale. Si tratta di Videotape, lavoro del 1974 proveniente dalla collezione dell’Archivio Storico della Biennale di Venezia – partner del ciclo di mostre –, e di Tentativo di volo, video del 1969, presente negli archivi dell’istituzione torinese.

Poste a confronto, le due opere invitano a una riflessione sul concetto di eternità: la prima con uno straniante “faccia a faccia” tra la protagonista della ripresa e il pubblico dall’altra parte dello schermo; la seconda attraverso la toccante registrazione di una performance in cui l’artista prova a spiccare il volo, battendo le braccia e dimenandosi invano. Il suggestivo paragone tra i due lavori sarà visibile fino al prossimo 8 marzo, giorno di chiusura di questo primo incontro espositivo.

Il ciclo di mostre realizzate dalla VideotecaGAM ‒ che nel complesso occuperà ben due anni di programmazione ‒ sarà seguito, nei prossimi mesi, dagli appuntamenti con l’arte di Giuseppe Chiari, Alighiero Boetti, Claudio Parmiggiani, Vincenzo Agnetti e Jannis Kounellis. Una staffetta di eventi da segnare in agenda, per conoscere da vicino alcuni tra i protagonisti della migliore videoarte italiana del secondo Novecento.

[Immagine in apertura: Gino De Dominicis, Tentativo di volo, da identifications di Gerry Schum, 1969, b/n, sonoro, 2′ VideotecaGAM, Torino]