Su Google Arts & Culture debutta una grande collezione digitale dedicata al Bauhaus

28 novembre 2019


Il 2019 che sta per volgere al termine è stato l’anno in cui, in tutto il mondo, si è celebrato il centenario dalla fondazione di una delle scuole più influenti di sempre. Stiamo naturalmente parlando del Bauhaus, che attraverso i suoi insegnamenti, le sue metodologie, i suoi docenti e studenti ha impresso un cambiamento epocale nel design, l’arte e l’architettura del XX secolo. Un’eco che non sembra perdere intensità neppure ai giorni nostri, come testimonia la scelta della piattaforma Google Arts & Culture, alla quale si deve il recente lancio del progetto Bauhaus Everywhere.

BAUHAUS: OVUNQUE E PER TUTTI

A qualche giorno di distanza dallo “sbarco online” della GAM di Palermo, Google Arts & Culture ha infatti annunciato il debutto di un’eccezionale pagina, esito della collaborazione attivata con la Bauhaus Foundation di Dessau e con altri sei partner internazionali. Accedendo al “canale dedicato”, chiunque può fruire di un patrimonio davvero consistente di risorse, dati e informazioni, comprensivo anche di materiali mai mostrati prima.

Tutti i documenti raccolti e resi disponibili, dagli schizzi d’epoca agli inediti modelli immersivi, in realtà aumentata, di strutture visionarie sviluppate all’interno del Bauhaus, risultano distribuiti in 45 mostre, visitabili online. E non mancano le esperienze imperdibili, come il Google Earth Voyager Tour, che consente di “fare tappa” in dieci destinazioni internazionali rappresentative dello “stile architettonico Bauhaus”: Città Bianca di Tel Aviv inclusa!

[Immagine in apertura: “New Bauhaus Student Working on Tetrahedron-based Structure”, IIT Institute of Design, University Archives and Special Collections, Paul V. Galvin Library]