La mostra per i 40 anni di “London Calling” dei Clash

17 novembre 2019


Quarant’anni fa debuttava uno dei dischi più epici della storia, un album che, a partire dalla sua iconica copertina, avrebbe segnato generazioni intere di ascoltatori. Stiamo parlando di London Calling, terza fatica in studio dei Clash e capolavoro del punk rock. A omaggiare il “compleanno” dei disco è oggi il Museum of London, con una mostra visitabile fino al prossimo 19 aprile.

The Clash: London Calling raccoglie oltre 150 oggetti tra cui cimeli, strumenti e abiti dei componenti della band inglese; e ancora foto, bozzetti originali sul design dell’album, appunti e taccuini – come quelli su cui Joe Strummer, leader del gruppo, scrisse i primi testi delle future canzoni. Tra le memorabilia in mostra, inoltre, il basso Fender Precision che Paul Simonon schiantò sul palco del Palladium di New York ‒ lo stesso catturato da Pennie Smith nella celebre fotografia che domina la copertina del disco.

IL FILM E LA RISTAMPA DEL DISCO

Ma non è tutto. Per chi si trovasse a Londra il 14 dicembre (giorno esatto della pubblicazione di London Calling nel 1979), l’appuntamento è al British Film Institute, dove l’attenzione si sposterà sulla proiezione di The Clash: Westway to the World, il film-documentario del 2000 diretto da Don Letts. A salire sul palco nella stessa serata saranno addirittura Paul Simonon, Mick Jones e Topper Headon, i tre componenti in vita della band, che prenderanno parte alla discussione ricordando le intenzioni e la genesi del celebre disco.

A rendere ancora più speciale il calendario delle celebrazioni, infine, la recente pubblicazione del libro London Calling Scrapbook – un volume con appunti scritti a mano, immagini e testimonianze inedite sull’album ‒ e la ristampa del disco sia in doppio vinile che in doppio cd in edizione limitata. Insomma, una scorpacciata di occasioni per festeggiare (e riascoltare) questo autentico spartiacque della musica contemporanea.

[Immagine in apertura: Outside Wessex Studios during the recording of London Calling 1979 © Pennie Smith]