In Norvegia, un gigantesco osservatorio a forma di balena

18 novembre 2019


Dopo avervi parlato dell’hotel americano a forma di chitarra, ecco oggi la notizia di un sorprendente edificio dalle sembianze di una balena, pronto a essere costruito 3mila chilometri a nord del Circolo Polare Artico ‒ e per la precisione ad Andenes, nella parte più estrema dell’isola di Andøya, in Norvegia. Stiamo parlando di The Whale, una nuova affascinante struttura architettonica che, a partire dal 2022, diventerà meta imprescindibile per tutti gli appassionati di natura.

Ideato dallo studio danese Dorte Mandrup, l’edificio avrà infatti una funzione ben chiara. Obiettivo della costruzione sarà quello di ospitare i tanti turisti che, sempre più spesso, si recano sull’isola spinti dal desiderio di osservare i grandi cetacei, “clienti” abituali del Mare di Norvegia grazie alla sua abbondanza di calamari.

IL PROGETTO

A rendere The Whale una struttura di assoluto interesse, non solo la sua funzione educativa – l’osservazione delle balene servirà per una migliore comprensione della vita marina ‒, ma anche la sua forma caratteristica, pensata in perfetta armonia con il paesaggio norvegese.

A partire dal nome (in italiano, letteralmente “La Balena”), l’edificio sarà un tributo a questi abitanti del mare. Grazie alla sua costruzione ricurva, la struttura avrà le sembianze di un piccola collina innalzata all’interno del contesto roccioso, ricordando la forma di un dorso di balena sulla superficie del mare. Salendo sul tetto rivestito in pietra, o attraverso le enormi vetrate interne, i visitatori potranno godere dello straordinario scenario nordico, in attesa che i primi cetacei facciano capolino da lontano. A completare gli spazi interni della struttura, infine, anche sale espositive, uffici, servizi di ristoro e ambienti educativi, per apprendere (e preservare) la vita di questi secolari abitanti del mare.

[Immagine in apertura: The Whale, rendering by MIR, courtesy of Dorte Mandrup A/S]