L’arte anticonformista di Natalia Goncharova

10 novembre 2019

Dopo Marina Abramović, Palazzo Strozzi invita i suoi visitatori a intraprendere un viaggio alla scoperta di un'altra protagonista dell'arte europea. Con la mostra "Natalia Goncharova. Una donna e le avanguardie, tra Gauguin, Matisse e Picasso", l'istituzione fiorentina accende infatti i riflettori sulla figura e sulla produzione di una delle più rilevanti esponenti della scena artistica del Novecento. Raccontata in rapporto alle esperienze dell'inizio del XX secolo e accanto ad autori che lei considerò di ispirazione, come Gauguin, Matisse, Picasso, Boccioni, Goncharova emerge grazie alla spiccata poliedricità e allo spirito anticonformista. Fu infatti pittrice, costumista, illustratrice, scenografa, grafica, decoratrice, stilista, “performing artist ante litteram”, ma anche donna coraggiosa e all'avanguardia, come testimoniano le 130 opere esposte e la sezione biografica. Affiancata da un robusto palinsesto di appuntamenti collaterali, la mostra fiorentina sarà visitabile fino al 12 gennaio 2020.



Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close