Tutto (ma proprio tutto) Rembrandt in un nuovo libro

24 novembre 2019


La pittura del Secolo d’oro olandese ha regalato alla storia una lista incredibile di autori tra i più eccellenti di tutti i tempi. Eppure tra questi ce n’è probabilmente uno che primeggia su tutti. Stiamo parlando di Rembrandt, genio del cavalletto e autore tra i più affascinanti di sempre – anche a ragione della sua turbolenta biografia.

A celebrare il pittore olandese, nei 350 anni dalla scomparsa, è oggi un nuovo lussuoso volume edito da Taschen. Una monografia che ripercorre in grande formato l’intera produzione dell’artista, sottolineandone la prolifica natura, con foto full size e dettagliate di tutti i 330 dipinti composti in vita.

LE OPERE NEL LIBRO

Diviso in quattro capitoli (e per ora pubblicato solo in lingua inglese), Rembrandt. The Complete Paintings (nell’immagine in apertura, courtesy Taschen) porta in rassegna la vasta produzione del pittore, analizzata da Volker Manuth, Marieke de Winkel e Rudie van Leeuwen – autori del progetto – in maniera cronologica: dagli esiti giovanili fino agli ultimi lavori.

Accompagnate da schede di approfondimento, le immagini a pagina intera trasportano il lettore nelle ambientazioni dei quadri, osservabili in altissima qualità di stampa. Tra questi, la celebre Allegoria della vista o la scena biblica di Betsabea con la lettera di David. A incuriosire, in particolare, è la sequenza degli autoritratti presenti nelle varie pagine del libro: una scansione di “selfie” realizzati dal pittore, ora giovanissimo e sbarbato, ora con il volto rugoso e inspessito dalla vecchiaia.