Le mappe labirintiche di Benjamin Sack, a Berlino

5 novembre 2019


Noto per i suoi disegni a penna di paesaggi urbani immaginari, l’artista americano Benjamin Sack è il protagonista di un nuovo evento espositivo, aperto al pubblico fino al prossimo 22 gennaio.

Labyrinths – questo il nome della mostra in corso al Direktorenhaus di Berlino – porta sotto i riflettori una raccolta di disegni di varie dimensioni dove rigore architettonico e sfasamento prospettico si fondono per creare opere paradossali, intricate e intriganti.

TRA SPIRALI E GEOMETRIE COMPLESSE

Ad animare ognuno dei lavori in mostra una serie di torri, palazzi e strutture urbane disposte in uno spazio immaginario, labirintico (come suggerito dal titolo), ricco di simboli e riferimenti alla cosmologia.

Richiamando alla memoria le geometrie complesse di Escher, i lavori del giovane artista coinvolgono e si lasciano ammirare, catturando lo sguardo con una serie di mappe dettagliate, familiari eppure distanti da ogni forma di realtà conosciuta.

[Immagine in apertura: Benjamin Sack, Canto III, courtesy the artist]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close