Jan Fabre “riscopre” l’arte del Novecento italiano

3 novembre 2019

Curata da Achille Bonito Oliva e Melania Rossi, la mostra "Jan Fabre. The Rhythm of the Brain" apre la stagione espositiva autunnale di Palazzo Merulana, a Roma. Visitabile fino al 2 febbraio 2020, propone un "dialogo" tra oltre trenta opere del noto artista belga e i capolavori della Collezione Cerasi, un'importante raccolta di arte italiana, che include lavori di Balla, Sironi, de Chirico, Mafai, Capogrossi e di altri artisti della prima metà del Novecento. Per l'occasione Jan Fabre ha lavorato a nuovi interventi, presentati accanto a sculture, disegni e video-performance. L'apertura della mostra è stata accompagnata da uno spettacolo dell'artista, dal titolo "The Night Writer. Giornale Notturno", incluso nel programma di Romaeuropa Festival 2019.


 


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close