Ritrovato un nastro inedito di Lou Reed ispirato a Andy Warhol

1 novembre 2019

David Bowie, Iggy Pop, Lou Reed al Dorchester Hotel di Londra, 1972. Photo by Mick Rock

Una serie di registrazioni inedite di Lou Reed, ispirate ai testi di Andy Warhol, sono state ritrovate in una cassetta del 1975. Si tratta di un nastro scoperto due anni fa negli archivi dell’Andy Warhol Museum di Pittsburgh da Judith Peraino, professoressa di musica alla Cornell University, che solo ora ha scritto un articolo in merito alla vicenda sul Journal of Musicology, come riporta il New York Times.

TRA IERI E OGGI

L’iconico artista pop, importante collaboratore dei Velvet Underground ed ex manager della band sarebbe, così, la fonte da cui Reed, scomparso sei anni fa, avrebbe attinto per comporre una serie di canzoni, con le parole tratte dal libro di Warhol del 1975 The Philosophy of Andy Warhol: From A to B and Back Again. Oltre al fascino della scoperta, un grosso interrogativo resta in sospeso: le canzoni saranno rese accessibili al pubblico, vista la provenienza del ritrovamento?

[Immagine in apertura: David Bowie, Iggy Pop, Lou Reed al Dorchester Hotel di Londra, 1972. Photo by Mick Rock]