Dopo l’acqua alta, il Teatro La Fenice di Venezia inaugura la stagione lirica

23 novembre 2019


Venezia sembra essersi lasciata il peggio alle spalle. Nonostante gli ingenti danni causati dal maltempo, la città si prepara a ripartire, e lo fa, prima di tutto, attraverso la cultura. A capitanare la “rinascita” dopo i disagi di questi giorni è la principale istituzione lirica della città, il Teatro La Fenice ‒ pronto a riaprire dopo l’annullamento di tutte le attività, in seguito alla disastrosa emergenza dell’acqua alta.

LO SPETTACOLO DI VERDI

A segnare l’avvio della nuova Stagione Lirica e Balletto 2019-2020 sarà, domenica 24 novembre, il Don Carlo di Giuseppe Verdi, che tornerà sul prestigioso palco lagunare a ventotto anni di distanza dalla sua ultima rappresentazione.

Composta sul libretto di François-Joseph Méry e Camille Du Locle, la monumentale opera sarà diretta dal regista canadese Robert Carsen, accompagnato da Radu Boruzescu nell’allestimento delle scene e dalle musiche dell’Orchestra e Coro del Teatro La Fenice, guidata dal direttore Myung-Whun Chung. La cura dei costumi sarà invece affidata a Petra Reinhardt, mentre gli effetti luminosi a Robert Carsen e Peter Van Praet. Ben cinque le date da segnare in agenda: il Don Carlo sarà infatti presentato il 24 (nella sua prima nazionale), il 27 e 30 novembre, e il 3 e 7 dicembre.

[Immagine in apertura: photo Michele Crosera]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close