L’architettura effimera di Edoardo Tresoldi a Riyad

7 dicembre 2019

Primo padiglione firmato dal nuovo progetto multidisciplinare Studio Studio Studio di Edoardo Tresoldi, "Gharfa" è stato ultimato nei pressi di un sito UNESCO della città di Riyad. Nella capitale saudita, l'artista italiano insieme ad Alberonero, Max Magaldi e Matteo Foschi ha progettato un'architettura effimera che i visitatori possono attraversare, alla scoperta di una pluralità di sollecitazioni. Come una fortezza in rovina, realizzata in rete metallica e sughero, "Gharfa" è infatti arricchita da installazioni site specific, anche evocative del contesto locale, e da un suggestivo racconto sonoro. Un viaggio tra "digitale e analogico, antropico e naturale, organico e geometrico".



Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close