La Farnesina diventa “digital”, grazie a un evento di videomapping

13 dicembre 2019


La Farnesina, sede del Ministero degli Esteri a Roma, si prepara a un intervento di “restyling” temporaneo, grazie a un inedito spettacolo di videomapping previsto sulla facciata dell’edificio sabato 14 dicembre. È in questo giorno che, a partire dalle 19, quattordici studi di arte digitale tra i più noti su scala nazionale si alterneranno, dando vita a un evento senza precedenti all’insegna della creatività digitale.

Promossa dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, con il contributo di Bright Festival, e inserita all’interno della programmazione di Videocittà, l’iniziativa, dal titolo Farnesina Digital Art Experience nasce con l’obiettivo di dare nuovo vigore a una delle architetture simbolo del nostro Paese, a venti anni dalla creazione della Collezione di arte contemporanea italiana alla Farnesina.

DA ROMA AL MONDO

Tra gli studi invitati a dar sfogo alla loro creatività attraverso giochi di luce e proiezioni, Apparati Effimeri, FLxER, Kanaka Studio, Luca Agnani Studio, Michele Pusceddu, Pixel Shapes, The Fake Factory e WöA Creative Company. Al termine degli spettacoli, una giuria assegnerà tre menzioni speciali destinate ai progetti più interessanti.

Ma non è tutto. La rassegna romana sarà infatti seguita dalla promozione all’estero di una mostra itinerante che, tra il 2020 e il 2021, farà tappa in altre sei città del mondo grazie alla collaborazione con gli Istituti Italiani di Cultura. In questa occasione, il progetto sarà riassunto attraverso una video-installazione composta dal modellino in scala del palazzo: una versione “portatile” dell’evento, all’insegna della promozione dell’arte digitale italiana nel mondo.

[Immagine in apertura: Palazzo della Farnesina, Roma. Courtesy: Ministero degli Esteri / Bright Festival]