Arte e cambiamento climatico: l’installazione di sabbia di Leandro Erlich

6 dicembre 2019


Il mondo della cultura continua a mobilitarsi contro il climate change e lo fa, questa volta, su uno dei palcoscenici più prestigiosi dell’arte contemporanea: la Miami Art Week. È qui che, fino al prossimo 15 dicembre, l’artista argentino Leandro Erlich sarà in mostra con un’installazione surreale: una coda di macchine scolpite con la sabbia, sulla spiaggia pubblica della città.

UNA MODERNA POMPEI

Curata da Ximena Caminos, Order of Importance – questo il titolo dell’opera, la più grande mai realizzata dall’artista – presenta sessantasei automobili e camion “in coda” di fronte all’oceano. Come bloccate nel traffico, le sculture vogliono evocare una scena quotidiana (uno dei tanti ingorghi stradali in cui restiamo intrappolati ogni giorno), puntando il dito contro le cattive abitudini e la nostra noncuranza dei confronti nei problemi ambientali.

Il cambiamento climatico e le sue conseguenze non sono più una questione di prospettiva o di opinione”, ha detto lo scultore e architetto argentino. “Come artista, sono costantemente in lotta per rendere le persone consapevoli di questa realtà, e in particolare dell’idea che non possiamo allontanarci dalle nostre responsabilità di proteggere il pianeta”. Fino allo smantellamento dell’installazione, i visitatori saranno invitati a camminare all’interno di questa “moderna Pompei”, con la speranza che – oltre allo spettacolo del progetto – possano cogliere le ragioni drammatiche con lo hanno ispirato.

[Immagine in apertura: Leandro Erlich, Order of Importance (2019), commissioned by Miami Beach City, US, 2019. © Leandro Erlich Studio]