Il libro dedicato al “castello” milanese della street art

31 dicembre 2019

Giovanni Candida, La fabbrica della street art, Meltemi 2019, copertina

Quanti sono i grandi capannoni industriali sparsi per la penisola, trasformati dalla street art in veri e propri templi di arte urbana? Tra questi ce n’è uno che potrebbe diventare in futuro un modello da imitare. Stiamo parlando del Castello di Zak, una fabbrica dismessa a Cormano – nella periferia di Milano – scelta negli anni dagli artisti come luogo privilegiato per liberare la loro creatività.

A rendere il posto speciale, tanto da spingere la casa editrice Meltemi a dedicargli un volume, è però non tanto la fattura (pure notevole) delle opere d’arte in esso presenti, quanto la “gestione” e la promozione del luogo, affidata – un po’ per caso – a Jemai Zakaria, un immigrato tunisino dalla spiccata sensibilità artistica, che ha deciso di stabilirsi in un angolo del fabbricato, unendo l’utile al dilettevole. Nel corso degli anni, infatti, Zak è diventato il custode di questo “castello” dei graffiti, aprendolo al pubblico, trasformandolo da spazio industriale in museo a cielo aperto, set cinematografico e persino palestra di meditazione.

IL LIBRO

Curato da Giovanni Candida – fotografo appassionato di arte urbana – il libro, dal titolo La fabbrica della street art (nell’immagine in apertura la copertina) raccoglie un’ampia selezione di testi e una ricca documentazione di immagini della struttura, accompagnando i lettori nei meandri di questo posto magico, divenuto con il tempo luogo di ritrovo per giovani artisti, poeti e creativi. Un’esperienza da conoscere e magari da cui prendere nota, per vedere con occhio diverso i tanti “tempi della street art” sparsi da nord a sud del Paese.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close