Da padiglione a fioriere: il recupero creativo del Colour Palace di Londra

7 dicembre 2019


A qualche giorno dalla notizia della (temporanea) sospensione dello Young Architects Program (YAP) a New York – il progetto sostenuto dal Museum of Modern Art (MoMA) e dal MoMA PS1, che per due decenni ha rappresentato un trampolino di lancio per architetti e designer emergenti –, un’altra iniziativa legata ai temi dell’architettura temporanea e dello spazio pubblico balza agli onori della cronaca per la sua “seconda vita”. Nel corso dell’estate 2019, Londra ho ospitato diversi padiglioni effimeri sperimentali, concepiti espressamente per un tempo limitato. Uno tra questi verrà riciclato al 100%, avviando un percorso che, forse, potrà essere replicato anche in occasioni analoghe.

LA SECONDA VITA DEL COLOUR PALACE

Stiamo parlando di The Colour Palace, che, dopo un’estate nel giardino della Dulwich Picture Gallery, sarà riciclato. Progettata dall’architetto Pricegore e dall’artista Yinka Ilori e formata da oltre 2000 lamelle di legno, contraddistinte da colori vivaci, “assumerà la forma” di oltre 150 fioriere per esterni. Il progetto di recupero degli elementi costitutivi del padiglione coinvolge a vario titolo scuole, famiglie e associazioni, con ricadute dirette sui quartieri londinesi coinvolti nel processo.

L’obiettivo dell’iniziativa è il riciclo del 100% del rivestimento e del legname strutturale del padiglione, la cui presenza negli spazi verdi all’esterno della Dulwich Picture Gallery ha ottenuto un grande successo di pubblico. Concepita con il dichiarato intento di sostenere l’idea di una Londra aperta e multiculturale, la struttura ha fornito spazi versatili e ospitato eventi di diversa natura, ottenendo un buon riscontro anche da parte della critica grazie al suo design innovativo. “Vedere The Colour Palace nella sua nuova forma “riciclata” è davvero emozionante. Non solo ha creato esperienze all’interno del suo guscio colorato, ma occuperà anche altri spazi in un modo completamente diverso. Il suo retaggio è una lezione importante nel dare la priorità a un’economia circolare“, ha dichiarato Tamsie Thomson, direttrice del London Festival of Architecture.

[Immagine in apertura: Dulwich Picture Gallery, The Colour Palace, 2019. Photo credit Adam Scott]