La vita (e l’opera) di Michelangelo Antonioni nel nuovo archivio online

19 dicembre 2019


Buone nuove per i fan di Michelangelo Antonioni: il grande archivio del regista è ora consultabile online, grazie a un importante progetto di valorizzazione e promozione della sua opera intellettuale e filmica.

L’ARCHIVIO ANTONIONI

Ceduto al Comune di Ferrara nel 1998 per volere dell’artista e della moglie Enrica Fico, il fondo raccoglie oltre 47mila elementi, tra lettere private, oggetti personali, fotografie, cartoline, riviste e un consistente numero di pellicole. Un patrimonio di estremo valore intellettuale e umano, per raccontare l’esperienza personale e professionale del grande regista di Zabriskie Point.

Nato grazie all’impegno delle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea del Comune di Ferrara, l’Archivio Michelangelo Antonioni ripercorre l’intero universo creativo, critico e letterario dell’autore, attraversandone la vita dall’inizio della carriera fino alla metà degli anni Novanta. L’operazione di catalogazione e digitalizzazione del materiale si offre pertanto come un’occasione unica per conoscere da vicino l’eredità del regista, in attesa della riapertura a Ferrara del museo monografico a lui dedicato.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close