Gli scatti di Inge Morath a Roma, tra “celebrities” e gente comune

3 dicembre 2019


Avventuriera, colta e sempre curiosa. La personalità di Inge Morath è raccontata come una delle più affascinanti della sua epoca. Il suo carattere controcorrente, e la sua abilità artistica, sono oggi al centro di un importante progetto espositivo.

Allestita negli spazi del Museo di Roma in Trastevere, Inge Morath. La vita. La fotografia ripercorre la carriera straordinaria di questa grande autrice del Novecento, offrendo al pubblico una panoramica sulle tappe principali che ne hanno segnato l’ascesa. Attraverso un percorso suddiviso in dodici sezioni, la mostra trasporta il pubblico nei grandi successi professionali e nelle vicende umane dell’artista, definendo un quadro esaustivo di quella che fu la prima fotoreporter donna entrata a far parte della famosa agenzia Magnum Photos.

DA MARILYN A PICASSO

Aperta fino al 19 gennaio, la retrospettiva presenta circa centoquaranta scatti selezionati da Marco Minuz, Brigitte Blüml–Kaindl e Kurt Kaindl, curatori del progetto. Allestite nei vari capitoli del percorso di visita, le fotografie abbracciano tematiche differenti: dai reportage in giro per il mondo ai ritratti delle celebrità immortalate sul set – tra queste Marilyn Monroe, Pierre Cardin e Audrey Hepburn; dagli scrittori e artisti colti nei loro studi – su tutti Philip Roth, Pasternak e Pablo Picasso – alle scene di vita quotidiana, con gli sguardi affettuosi e complici rivolti alla gente comune.

Nonostante i molteplici spunti evocati dal percorso di visita, i singoli scatti sembrano qui legati da una costante ricorrente: è la ricerca della “verità” in ognuno dei soggetti presentati – un fil-rouge che dona all’insieme, pur diversificato, una densità e una coesione speciale. Decine di documenti originali e immagini della Morath scattate da maestri come Henri Cartier-Bresson e Yul Brinner fanno da contorno, “dipingendo”, nel complesso, un quadro veritiero e accattivante sulla figura di questa grande interprete del secolo scorso.

[Immagine in apertura: Inge Morath, Marylin Monroe sul set di “Misfits”, Nevada, 1960 ©Fotohof archiv/Inge Morath/ Magnum Photos]