Nel 2020 a Perth aprirà il New Museum for Western Australia

29 dicembre 2019

New Museum for Western Australia, Perth © Peter Bennetts, courtesy of Hassell + OMA

L’anno in chiusura è stato caratterizzato dall’apertura di importanti musei e spazi culturali su scala globale: dal National Museum of Qatar, progettato da Atelier Jean Nouvel e inaugurato a marzo a Doha, fino al più recente Centre Pompidou x West Bund Museum, opera dello studio David Chipperfield Architects a Shanghai.

Le anticipazioni in merito al 2020 consentono di prefigurare un anno altrettanto significativo, nel corso del quale il fecondo rapporto tra arte e architettura si arricchirà di nuove forme ed espressioni. Rientra nel novero delle istituzioni di prossima inaugurazione il New Museum for Western Australia di Perth, progettato dalla joint venture formata dagli studi di progettazione internazionali Hassell e OMA: la conclusione dei lavori è stata ufficializzata da entrambi qualche giorno fa.

APERTURA A NOVEMBRE 2020

Situato nel cuore del distretto culturale di Perth, il nascente museo è il risultato dell’integrazione tra alcuni edifici storici, che sono stati ristrutturati, e volumi di nuova costruzione. Grazie all’intersezione tra i due “anelli di circolazione”, uno verticale e l’altro orizzontale, i diversi settori del complesso risulteranno connessi. Concepito per accogliere e descrivere a un pubblico eterogeneo la “raccolta di storie” legate al patrimonio naturale e sociale dell’Australia occidentale, il museo esporrà una collezione eclettica, di cui fanno parte una raccolta di meteoriti, nota anche oltre i confini australiani, e persino lo scheletro di una balena.

Una complessità e ampiezza rispetto alle quali i progettisti hanno assunto un atteggiamento preciso: “Le risorse naturali, la cultura e la storia dell’Australia occidentale sono varie”, ha affermato l’architetto David Gianotten di OMA, che con il fondatore dello studio, Rem Koolhaas, nello stesso Paese aveva già progettato l’MPavilion 2017 nei Queen Victoria Gardens di Melbourne. “I percorsi consentono ai visitatori di interagire con la collezione del museo in modi distinti“, ha proseguito Gianotten, aggiungendo che il museo “è stato deliberatamente progettato come luogo di conversazioni, per ispirare nuove idee e conoscenze”. Previsti anche spazi per eventi e mostre temporanee, aree pubbliche e la cosiddetta “City Room”, ideata per stimolare l’immaginazione e creatività dei futuri visitatori.

[Immagine in apertura: New Museum for Western Australia, Perth © Peter Bennetts, courtesy of Hassell + OMA]